Eicma 2018 non solo moto…

CONDIVIDI

Ieri 11novembre 2018 è terminata l’esposizione internazionale del ciclo e motociclo, quest’anno le novità sono state tantissime dall’elettrico ai “classici” motori a 4 tempi.

Pubblicità

Gli stand più belli sono stati quello della Ducati, della Mivv e della Brembo (tre marchi italiani premiati all’Eicmaland dal Presidente Dell’Orto) ma anche altri erano molto belli e pieni di… Ragazze! Bellissime Ragazze!

La moto in Italia è apprezzatissima e le case produttrici del nostro paese hanno una marcia in più sia esteticamente parlando che di tecnologia e qualità.

Ad Eicma ci sono sempre tantissime moto per tutti i tipi di appassionati, ma soprattutto ci sono state novità interessanti che seguono gli ultimi trend del mercato. È impossibile non notare, infatti, la massiccia presenza delle cosiddette “café racer”, che ogni marchio interpreta un po’ a modo suo.

Sono motociclette scarenate, dallo stile retrò e dagli allestimenti aggressivi, alcune declinate più in chiave scrambler, come la BMW omonima e la Moto Guzzi V7 II Stornello (bellissima), altre invece guardano al mondo custom, come l’inedita Moto Guzzi V9 (Bobber e Roamer). Poi c’è Yamaha, che con la XSR900riprende lo stile degli anni Settanta e lo unisce alla meccanica della MT-09, mentre Triumph con le versioni derivate della Bonneville attinge direttamente al proprio passato. Un’altra tendenza che ormai è diventata una certezza sono le moto di medio-piccola cilindrata, sparite per diversi lustri e ora ritornate in grande stile, come dimostra l’impegno tanto di BMW con la monocilindircaG310R, quanto di Ducati con la Scrambler Sixty2 400.

A proposito, la presenza di Borgo Panigale in questo Eicma è massiccia. Oltre alla “scramblerina”, c’è finalmente la Multistrada 1.200 Enduro con la ruota anteriore da 19 pollici, insomma Eicma non smentisce mai la sua voglia di rinnovamento e di grandi sorprese.

 

 

 

 

 

Per tutta la gallery completa puoi visitare la pagina facebook www.facebook.com/www.Vinfo.it/